modellino di casa su calcolatrice

La finanziaria 2017 proroga di un ulteriore anno le agevolazioni previste per la ristrutturazione ed il miglioramento energetico delle abitazioni e degli edifici. Fino al 31 Dicembre 2017 sarà possibile accedere a queste agevolazioni facendo richiesta all’Agenzia delle Entrate e consegnando tutti i documenti che attestino i lavori e che soddisfino i criteri richiesti.

Quali interventi si possono detrarre?

Manutenzioni Ordinarie

Interventi di manutenzioni ordinarie effettuati su parti condominiali comuni, come la sostituzione dei pavimenti, il rivestimento e le tinteggiature delle pareti.

Manutenzione Straordinaria

Lavori di manutenzione su singole unità abitative per casuali straordinarie.
Gli interventi possibili potrebbero essere: ricostruzione dopo evento calamitoso, eliminazione di barriere architettoniche o opere che favoriscono la mobilità ai disabili secondo la legge 104/92.

Impianti Fotovoltaici.

L’istallazione di impianti fotovoltaici consente l’autoproduzione di energia per la propria abitazione generata da fonti rinnovabili e quindi non inquinanti. Si tratta di un intervento che modifica radicalmente la gestione dell’appartamento e che consente a lungo termine un risparmio notevole.

Misure Antisismiche

L’adeguamento dell’appartamento e degli edifici secondo gli standard antisismici rientra nel bonus. L’incentivo sarà erogato per tutte le spese sostenute entro il 31 dicembre 2021 fino a un importo massimo di 96.000 euro per unità immobiliare da recuperare in 5 anni.

L’agevolazione spetta agli immobili ubicati nelle zone sismiche 1, 2 e 3. Qualora gli interventi riducano il pericolo sismico in modo tale da passare ad una classe di rischio inferiore, il contributo sale al 70%.
Negli incentivi rientrano anche lavori minori:

  • Opere che evitano infortuni domestici
  • Lavori che riducono il rischio di illeciti da parte di terzi
  • Prestazioni professionali e spese di progettazione dell’intervento, incluse perizie e sopralluoghi.
  • Il diritto dell’agevolazione dipende dalla data di emissione del bonifico, non della fattura.Viene divisa in 10 rate annuali di parti importo. La spesa massima detraibili viene divisa per singola unità immobiliare.

LEAVE A REPLY