erba tagliata a forma di casa

Avete deciso di ristrutturare casa nel 2017? Con la legge di stabilità emanata a dicembre 2016, i vantaggi saranno duplici: a livello fiscale e nel risparmio sulle bollette per gli interventi di miglioramento energetico.
Vi forniamo una mini guida per comprendere quali sono gli interventi detraibili e come accedere.

Detrazioni ristrutturazione: Irpef al 50% ed Ecobonus al 65%

Fino al 31 dicembre 2017 confermata la detrazione Irpef del 50% sulle spese già realizzate e i progetti in partenza dal 1°gennaio di manutenzione ordinaria e straordinaria con interventi di restauro e ricostruzione di immobili indipendentemente dalla classe catastale o dal comune di ubicazione. L’unico limite stabilito è quello relativo al limite di spesa: non può superare i 96.000 €.
Rientrano nel piano di agevolazioni anche i lavori ordinari che rientrano nelle zone in cui è stato dichiarato uno stato di emergenza.

Per quanto riguarda gli interventi sul risparmio energetico, ossia l’Ecobonus, la detrazione rimane del 65%. Gli interventi che rientrano nel piano sono quelli rivolti al miglioramento dell’efficienza energetica del proprio immobile con un tetto di spesa fissato a 100.000 €. Rientrano quindi nel piano numerosi interventi: pavimenti, finestre, infissi, serramenti, installazione di pannelli solari (fino a 60.000€), sstituzione o modifica di impianti di climatizzazione (spesa massima 30.000 €)

Sismabonus 2017

Considerati gli ultimi gravi eventi sismici che hanno colpito diverse zone d’Italia, tra le novità della Legge di Stabilità 2017 troviamo il Sismabonus. È una misura speciale che riguarda abitazioni uffici e fabbriche sui quali si effettuano interventi di adeguamento alle norme sismiche vigenti. Il bonus + riservato ai chi risiede nelle zone 1 e 2, considerate ad altro rischio sismico e prevedono una detrazione del 50% sugli interventi fino a 96.000€. La percentuale sale 1l 70% se i lavori comportano la riduzione di una classe di rischio e arriva all’80% se si riduce di due classi.

LEAVE A REPLY